Codice Deontologico

C O D I C E  D E O N T O L O G I C O

L’appartenenza all’Associazione Italiana Disability Manager ( di seguito denominata AIDiMa) implica l’osservanza del presente Codice Deontologico, ossia dell’insieme dei principi e delle regole di comportamento a cui è tenuto a conformarsi il Socio/a nell’esercizio della Professione di Disability Manager nei diversi ambiti di riferimento (in seguito anche la “Professione”).

STRUTTURA DEL CODICE DEONTOLOGICO
Il Codice Deontologico si compone di tre parti :
– I principi generali ai quali AIDiMa ispira la propria missione;
– Le norme di condotta per le varie tipologie di destinatari;
– La struttura di attuazione e di controllo dell’effettiva applicazione del presente documento.

PRINCIPI   ETICI
Responsabilità dei Soci

Come persone, i soci sono eticamente responsabili verso l’Associazione nel dare il proprio contributo, mettendo la propria professionalità a servizio dell’Associazione senza mai compromettere le proprie convinzioni personali né quelle dell’Associazione e dei suoi appartenenti a fini di interesse speculativo.
Tutela del nome e dell’Indipendenza di AIDiMa
Nello svolgimento delle proprie attività i Soci non devono commettere azioni che contravvengano allo statuto, ai regolamenti ed al presente codice Deontologico o compromettano i profili valoriali e di immagine dell’Associazione. Nel perseguire i propri scopi associativi AIDiMa non accettano o tollerano condizionamenti esterni di nessun tipo e rifiuta qualsiasi rapporto preferenziale di tipo patrimoniale con terzi interessati a finanziare i progetti elaborati da AIDiMa, che ne potrebbero pregiudicare l’indipendenza.

Correttezza
La regolamentazione oggetto del presente Codice è diretta a promuovere, realizzare e tutelare la correttezza dell’operato sia del singolo Socio/a sia dell’Associazione ed in genere di tutti quei soggetti che, direttamente o indirettamente, instaurino a qualsiasi titolo rapporti di collaborazione od operino nell’interesse di AIDiMa e dei suoi Soci.

Trasparenza (all’interno dell’Associazione e verso i terzi)
Il Codice riflette l’impegno dei Soci all’osservanza delle leggi vigenti, ma anche la volontà di operare secondo trasparenti e corrette norme di comportamento, garantendo che le necessarie risorse finanziarie vengano reperite e utilizzate in maniera etica, professionale e trasparente, secondo l’interesse esclusivo dell’Associazione e mai a vantaggio personale.

Riservatezza
I Soci si impegnano a trattare dati e informazioni aziendali solo ed esclusivamente nell’ambito e per i fini delle proprie attività lavorative e, comunque, a non divulgare dati sensibili e informazioni riservate senza l’esplicito consenso o l’autorizzazione di AIDiMa .

Valore delle persone
AIDiMa agisce nel rispetto e nella valorizzazione delle caratteristiche individuali delle persone, tutelando le diversità, fondando le relazioni interne principalmente sul dialogo. I Soci si impegnano a rispettare i diritti fondamentali delle persone, quali la dignità e l’integrità morale e garantendone uguali opportunità. Nelle relazioni interne ed esterne non sono tollerati comportamenti che abbiano un contenuto discriminatorio basato su opinioni politiche e sindacali, religione, origini razziali o etniche, nazionalità, età, sesso, orientamento sessuale, stato di salute.

Utilizzo dei fondi
L’Associazione garantisce che le risorse finanziarie saranno utilizzate secondo il criterio della gestione trasparente per fini conformi a quelli statutariamente indicati. La destinazione dei fondi deve essere chiaramente esplicitata e legata alla sopravvivenza dell’Associazione ed alla realizzazione dei progetti e delle attività associative.

Attenzione ai temi SDGs (Sustainable Development Goals)
L’Associazione si impegna a promuovere gli obiettivi di sviluppo sostenibile che mirano ad affrontare un’ampia gamma di questioni relative allo sviluppo economico e sociale, che includono la povertà, la fame, il diritto alla salute e all’istruzione, l’accesso all’acqua e all’energia, il lavoro, l’uguaglianza di genere, la crescita economica inclusiva e sostenibile, il cambiamento e si prefiggono di garantire un futuro migliore e più sostenibile per tutti.

RAPPORTI CON I TERZI
Rapporti con gli Stakeholders
AIDiMa intende sviluppare, anche grazie al Codice Deontologico, un rapporto fiduciario con i suoi Stakeholder, cioè con quelle categorie di individui, società commerciali, gruppi, associazioni o istituzioni associative che, a vario titolo, possono contribuire al perseguimento della sua missione. AIDiMa intrattiene rapporti costruttivi, continuativi e trasparenti con tutti i soggetti che con essa si relazionano, con particolare riguardo alle pubbliche amministrazioni, alle organizzazioni professionali e istituzionali, ai media, alle organizzazioni di settore, alle Università al fine di migliorare la qualità formativa e l’aggiornamento delle professioniste.

Rapporti con i finanziatori
Al fine di evitare il sorgere di interessi concorrenziali o conflittuali e di rapporti privati e/o di collaborazione, AIDiMa si impegna ad accettare fondi finalizzati al sostegno dell’Associazione e degli specifici progetti dalla stessa, ideati e condotti in maniera del tutto autonoma ed indipendente per lo svolgimento di attività predeterminate. Tutto ciò in ossequio all’indipendenza e alla trasparenza dell’Associazione che sin dalla fondazione, pur riconoscendo il ruolo di primaria importanza dei finanziamenti erogati da terzi (o sponsorship o partnership), si impegna a mantenere il proprio carattere No Profit nella gestione delle proprie risorse finanziarie e delle proprie attività.

Relazioni con i fornitori
AIDiMa sviluppa con i propri fornitori rapporti improntati alla correttezza e all’integrità, evitando qualsiasi rischio di conflitto d’interessi, ispirandosi esclusivamente a criteri di professionalità e competenza. I fornitori sono sensibilizzati a svolgere l’attività seguendo standard di condotta coerenti con quelli indicati nel Codice Deontologico, in particolare devono assicurare il rispetto dei diritti dei propri lavoratori e gestire in modo responsabile gli impatti ambientali e sociali. Le informazioni riguardanti i dipendenti, fornitori, amministratori, Soci, sono trattate da AIDiMa con riservatezza, nel rispetto della normativa in materia di tutela della privacy.

COMUNICAZIONE E BRAND REPUTATION
Comunicazione
Attività quali la pubblicazione di documenti, la concessione di interviste, le presentazioni pubbliche, o attività di comunicazione che siano in qualche modo connesse a, o rappresentative di AIDiMa, non devono ledere l’immagine dell’Associazione, rispettando un linguaggio ed un approccio che siano conformi al Codice Deontologico e ai valori dell’Associazione su qualsiasi canale di comunicazione sia esso offline o online. Queste attività, qualora coinvolgano o si colleghino direttamente o indirettamente all’Associazione, sono altresì consentite previa autorizzazione del Consiglio Direttivo. L’Associazione si assicura che siano rispettati i diritti di proprietà intellettuali di titolarità di AIDiMa e di terzi, ivi inclusi i diritti d’autore, i marchi, i loghi, i brevetti e le informazioni riservate.

Web e Social Media Policy
La presente procedura si prefigge di invitare i Soci a mantenere un approccio corretto e responsabile nei confronti dei nuovi mezzi di comunicazione e suggerisce un uso appropriato e consapevole dei canali di comunicazione digitali presenti (social media, blog, website etc.) e qualsiasi canale di futura generazione, specialmente quando l’attività può avere un impatto, anche potenziale, sulla responsabilità e sulla reputazione di AIDiMa. Oltre all’utilizzo di un linguaggio adatto allo stile del social utilizzato, rimangono valide le regole per la redazione web di qualunque altro testo: scrivere in un italiano corretto, scrivere solo fatti certi e verificati, non mancare di rispetto a persone e/o aziende (pubbliche o private), gruppi o categorie di persone e istituzioni. Infine, vanno rispettate sempre le regole della buona educazione, in particolare la netiquette sul web (Galateo della Rete esemplificato dal Manifesto di cui all’allegato A). L’utilizzo scorretto di tali mezzi, infatti, può danneggiare anche gravemente l’immagine e la reputazione dell’Associazione e di conseguenza le figure professionali che vi collaborano.

DISPOSIZIONI DI ATTUAZIONE OPERATIVA
Emanazione e modifiche del Codice Deontologico
L’ adozione del presente codice è deliberata dal Consiglio Direttivo ed è approvata dall’Assemblea Ordinaria. I suoi eventuali successivi aggiornamenti sono proposti dal Presidente e devono essere sottoposti all’approvazione dello stesso consiglio Direttivo. Saranno poi portati a conoscenza dei Destinatari e dei Soci attraverso la pubblicazione sul sito internet.

Sottoscrizione di impegno e di accettazione del Codice Deontologico
Ogni Socio/a prende visione ed accetta il presente Codice, esprimendo in modo esplicito l’impegno a non contravvenire al presente Codice Deontologico in nessun modo e a non ostacolare il lavoro degli organi preposti alla salvaguardia della sua effettività. Il Consiglio Direttivo accoglierà le istanze degli utenti che potranno rivolgersi ad esso per segnalare, per iscritto e in forma anonima, eventuali comportamenti che possano risultare difformi dal presente Codice. È garantita la riservatezza sull’identità del segnalante, fatti salvi gli obblighi di legge. Nell’ambito dell’attività di verifica sull’osservanza del Codice Deontologico, il Consiglio Direttivo:
– provvede ad istruire i casi di presunte infrazioni al Codice sottoponendo le proposte di sanzione per le quali siano risultate fondate, a suo giudizio, le contestazioni o le denunce di infrazione al Codice
– esprime pareri consultivi sull’applicazione del Codice e si presenta almeno una volta all’anno di fronte all’Assemblea dei Soci per fornire una relazione del suo operato Il Consiglio Direttivo svolge anche una funzione di raccomandazione preventiva in relazioni a determinati comportamenti che, pur non costituendo palesi violazione al Codice Deontologico, non appaiono conformi ai principi generali del Codice stesso o dell’etica associativa di AIDiMa.

Funzione di valutazione dei conflitti d’interesse
Al Consiglio Direttivo spetta il compito di valutare l’effettiva e concreta esistenza di situazioni di conflitto di interessi al fine di evitare che chiunque, tra i soci o collaboratori di AIDiMa possa trarre vantaggio da situazioni distorsive o causare anche indirettamente discredito alla professionalità, all’indipendenza ed alla trasparenza dell’Associazione e delle attività da essa svolte. I Soci che abbia notizia di una potenziale situazione di conflitto di interessi sono tenuti a darne tempestiva comunicazione al Consiglio che procederà alle opportune verifiche. Si avrà conflitto di interessi quando un Socio/a o collaboratore di si trovi in una situazione di conflitto concreto e specifico, tale cioè da pregiudicare la sua autonomia di giudizio in relazione ad una determinata attività da svolgere in favore dell’Associazione. Al fine di evitare la nascita di potenziali conflitti e di garantire al contempo la trasparenza dell’Associazione, i Soci dovranno sempre informare il Consiglio Direttivo della loro partecipazione a convegni, riunioni, o attività in generale, qualora la partecipazione sia in qualità di Socio/a di AIDiMa.

Proposte di sanzione
Qualora il Consiglio, abbia verificato la sussistenza di una specifica violazione al Codice, procede, all’adozione di una proposta di sanzione e la comunica al Socio/a interessato/a.

Provvedimenti sanzionatori
I provvedimenti comminabili, nel caso di comprovate violazioni delle norme del Codice Deontologico associativo, sono i seguenti:
a) avvertimento formale con richiesta di immediata cessazione del comportamento;
b) sospensione associativa per un termine che il Consiglio direttivo definirà sulla base della gravità dell’infrazione;
c) espulsione dall’Associazione.
L’applicazione della sanzione di cui alla lettera c) dovrà essere formalmente approvata dal Consiglio Direttivo, con esclusione, nel caso in cui destinatario del provvedimento fosse un membro del Consiglio, del voto dello stesso.

Il Consiglio dispone l’esecuzione e i relativi tempi di attuazione della sanzione.

Contatti
Per qualsiasi chiarimento, i Soci possono rivolgersi all’indirizzo Mail segreteria.aidima@gmail.com

Manifesto scaricabile gratuitamente

 

 SCARICA CODICE DEONTOLOGICO

Theme by Anders Norén